Altaj. La porta disegnata da SBGA | Blengini Ghirardelli per Lualdi

Altaj, firmata dallo studio SBGA | Blengini Ghirardelli per Lualdi, è concepita per andare oltre il minimalismo della classica porta a filo muro. La porta non scompare infatti nella parete, ma è anzi evidenziata dal profilo metallico che incornicia l’anta e ne esalta la finitura. L’aspetto decorativo emerge così dalla parete sottolineandone il significato simbolico di attraversamento, di passaggio.

Altaj – spiega l’architetto Blengini – nasce dalla volontà di unire l’essenzialità delle forme alla ricerca tecnologica e all’efficienza. Spingendo al massimo sulle potenzialità espressive di questo oggetto e sulle sue possibilità di customizzazione”.

Altaj è costituita da una sottile intelaiatura, che – uscendo dal muro con uno spessore minimo di 1,5 cm – ha l’effetto di una cornice filiforme. Il bordo che gira sui quattro lati crea così la tridimensionalità dell’oggetto, sia nella vista allineata alla parete, sia in quella opposta dove l’anta è contenuta nella nicchia creata dallo spessore del muro.

La simmetria della cornice e l’assenza di battuta costituiscono un elemento decorativo molto efficace anche quando la porta si trova in posizione di apertura.

Per le sue caratteristiche di leggerezza, Altaj si presta ad accogliere materiali differenti, dal legno al grès, dal cuoio alla carta da parati, per creare effetti visivi definiti e diventare protagonista dello spazio grazie ad un tratto inconfondibile.

 

Altaj: molto più che una porta filomuro

Altaj va oltre il tradizionale concetto di porta filomuro grazie ad un profilo metallico che incornicia l’anta, permettendole di accogliere le più diverse finiture.

Il design reversibile rende questa porta per interni un prodotto altamente customizzabile, capace di integrarsi nei più diversi contesti di interior.

La cornice dell’anta, caratterizzata dal profilo in alluminio disponibile in diverse tonalità, rappresenta il punto focale dell’osservatore, definendo il design del prodotto e caratterizzando gli spazi in cui è inserito.

 

La porta con rivestimento in pelle o in gres che definisce i tuoi spazi

Non solo rivestimenti in carta da parati, in gres, in legno per Altaj: la porta filomuro progettata per Lualdi dallo studio SBGA | Blengini Ghirardelli è quasi la tela di un artista.

Non sono quindi solamente i profili in alluminio a delimitare lo spazio a parete, ma anche l’effetto scenico e visivo della porta stessa grazie al suo rivestimento. In pelle, in gres porcellanato o virtualmente in qualunque altro materiale, è così che lo stile viene espresso e raccontato a livello visivo.

Una porta rivestita in pelle o in gres è una storia personale, espressa dalle scelte progettuali dei designer e dalle esigenze individuali di chi la installa nei propri ambienti, associando il profilo in alluminio al materiale che meglio esprime l’unicità di una scelta: la sinergia diventa tangibile.

Lualdi Porte Spa, via Kennedy, 20010 Marcallo con Casone, Milano - Iscrizione Ufficio Registro Imprese di Milano con nr MI - 1321204. Capitale sociale € 740.000 i.v. – C.F. e P.IVA IT09824900154